Creazioni ed invenzioni

....una carrozza che brilla e luccica in ogni dettaglio, dall' abitacolo alle ruote che sono ornati con perle.
Siamo nel mondo mitologico e sarebbe normale aspettarsi una Venere o una Ninfa di Nettuno scendere dal vagone, giustamente trainato dai delfini.
E' il mondo dei sogni che si apre. Neanche Cenerentola aveva una carrozza simile. Invece della zucca per rimanere in tema Bonacci usa della vera madreperla. E da favola!
"La funzione di tutto questo"? gli chiedo convinto che il pezzo unico serva da vetrina o centro tavola.
"No, no" risponde e sorride "la carrozza l'ho costruita apposta per un cappello"


....credo che nella precisa costruzione dei castelli in Guido Bonacci sia rimasto qualcosa del mondo del bambino.
La voglia di capirlo e di domarlo e per questo costruirsi un mondo tutto suo; un microcosmo come il giovane Alexander - l'alter ego del nostro regista Bergman - che inizia il suo affresco familiare "Fanny e Alexander" con una scena simile.
Bisogna anche sottolineare che nessun materiale sembra estraneo a questo genio che costruisce i suoi castelli di carta e di legni preziosi, ma anche con caramelle, dolci o maccheroni.
Viene voglia di vivere e fare parte di quel mondo.


Peter Loewe - corrispondente in Italia per Dagens Nyheter di Stoccolma



  • Castelli
  • Microscenografie
  • Black

© 2012 Fabio | Mappa del Sito | Contattami